HTC Vive, recensione del visore per la realtà virtuale full-immersion

Diretto rivale di Oculus Rift, HTC Vive è senza ombra di dubbio uno dei migliori visori VR stand-alone attualmente in circolazione: sin da subito si è imposto come punto di riferimento non solo per gli appassionati, ma anche per gli sviluppatori, tant’è che oggi vanta un parco titoli ricco e variegato. Tra i punti di forza di Vive, che HTC ha sviluppato con l’aiuto di Valve, figurano le ottime performance in gioco e la completezza della confezione, l’unica ad includere, sin da subito, dei controller dedicati (Oculus Rift, ad esempio, ha ricevuto i suoi Touch solo a mesi di distanza dal debutto). Senza dilungarci oltre, diamo un’occhiata più da vicino a questo interessante visore VR.

HTC Vive, packaging e prime impressioni

HTC Vive dà un’ottima prima impressione grazie ad un packaging completo ed ordinato: all’interno della confezione, grande e sicura grazie ad un’abbondante quantità di schiuma protettiva, trovano posto, oltre al visore, due Base Station per il tracciamento con relativo supporto, due controller, cuffie in-ear stereo, una Link Box per connettere il visore al computer, una ricca cavetteria (con adattori) e una guarnizione aggiuntiva per il visore, più stretta e dunque più adatta a chi ha la testa piccola.

Una confezione che riflette la qualità generale del prodotto, solido e ben costruito, anche se, a dirla tutta, non troppo curato per quanto riguarda il design. In una gara con Oculus Rift, HTC Vive perderebbe sicuramente sotto il punto di vista delle dimensioni, del peso e, più in generale, dell’estetica. Mentre Rift è un visore che dà l’idea di essere un prodotto finito e pronto all’uso, HTC Vive, almeno a prima vista, può quasi sembrare un prototipo. Colpa, in larga parte, della parte frontale del visore, molto pronunciata ed ingombrante, costellata da tante piccole rientranze che ospitano i sensori a infrarossi per il tracciamento.

In generale, HTC Vive presenta un design discutibile (e molto criticato) e delle finiture sicuramente meno curate rispetto ad Oculus Rift, che fa dell’eleganza il suo punto di forza. Anche il peso si mette a sfavore di Vive, poichè il visore di HTC pesa 563 grammi, circa cento in più di Rift: una differenza non abissale ma che, per chi ha avuto modo di provare entrambi gli headset, si è fatta sentire.

Caratteristiche tecniche e punti di forza

Se dal punto di vista estetico HTC Vive non riesce a tenere il passo di Rift, non si può dire altrettanto quando si passa ad analizzare l’hardware del dispositivo che, a quasi due anni dal debutto, ammette ancora pochissimi rivali. Partiamo dal display, cuore pulsante di ogni visore VR stand-alone: HTC Vive monta due AMOLED con risoluzione 1200 x 1080 pixel e refresh rate pari a 90 Hz, molto simili (qualcuno ha ipotizzato possano essere addirittura gli stessi) a quelli che troviamo su Oculus Rift. Le lenti invece sono di tipo Fresnel e offrono un campo visivo di 110 gradi: è possibile intervenire su di esse modificando, grazie a dei regolatori posizionati sulla parte laterale del visore, sia la distanza interpupillare, sia quella tra lente e occhio. Queste modifiche, che in alcuni casi sono obbligatorie (basti pensare a chi indossa il visore con occhiali da vista), sono in genere sconsigliate, perchè vanno a ridurre l’ampiezza del campo visivo.

using htc viveContinuando ad analizzare l’hardware di HTC Vive, è da segnalare la presenza, nella parte frontale del visore, di una videocamera, che permette di controllare cosa si ha davanti durante l’immersione nella realtà virtuale. Manca invece un sistema audio integrato (presente invece su Rift): HTC Vive è dotato di un ingresso jack audio da 3,5 mm, tramite il quale è possibile collegare qualsiasi tipo di cuffia in proprio possesso, così come le in-ear già presenti in confezione. Dando un’ulteriore sguardo alla connettività del visore, troviamo una porta USB 3.0 e gli ingressi USB, HDMI e dell’alimentazione, con i rispettivi tre cavi fusi in uno unico che dal visore arriva al Link Box, dove i tre cavi sono nuovamente separati per arrivare al computer.

Esperienza di gioco e controller

La differenza principale tra HTC Vive e Oculus Rift viene alla luce quando si inizia a giocare: i due visori hanno portato avanti, almeno inizialmente, due idee molto diverse di esperienza VR. Se Oculus Rift è un headset in grado di immergere, per così dire, la testa del giocatore nel gaming a 360° (basti pensare che gli stessi sviluppatori hanno sempre sostenuto il gioco da seduti) HTC Vive è stato progettato per permettere agli utenti di teletrasportarsi al 100% nella realtà virtuale. Grazie al sistema di tracciamento “room scale”, reso possibile dalle due Base Station, e ai controller a sei gradi di libertà, utilizzando HTC Vive è possibile muoversi con estrema naturalezza, poichè tutti i movimenti vengono riprodotti in gioco con grande accuratezza.

htc vive controller

Azioni come abbassarsi e sporgersi da un muro diventano dunque parte integrante del gameplay, con un ovvio miglioramento dell’esperienza VR generale: utilizzando HTC Vive il giocatore si sente veramente coinvolto e in grado di interagire con il mondo virtuale senza troppi artifici. Certo, alcuni limiti tecnici ci sono ancora, ma mai come nel caso di Vive sono stati egregiamente nascosti: basti pensare ai Vive Controller, che hanno eliminato il limite tra joystick tradizionale e controller per la VR, gettando le basi per una nuova categoria di periferiche ottimizzate per la realtà virtuale. Piuttosto grandi ma molto comodi da usare, i Vive Controller uniscono la libertà offerta dal tracking alla precisione dei tasti fisici tradizionali: non mancano trackpad, pulsanti e grilletti sensibili alla pressione, ben disposti sulla superficie dei controller e, spesso, veramente utili per giocare. Lo stesso feedback aptico, anche se relativamente acerbo, contribuisce all’ottima resa generale, rendendo tangibile un mondo creato totalmente al computer.

 

  • Che cos’è HTC Vive Controller? HTC Vive controller è un avanzato visore VR stand-alone sviluppato da HTC in collaborazione con Valve.
  • Per quali piattaforme è disponibile HTC Vive? HTC Vive va utilizzato collegandolo ad un computer.
  • Quali sono i requisti di HTC Vive? I requisiti consigliati sono consultabili a questo indirizzo, dov’è anchepossibile scaricare un’app per testare il proprio computer.
  • Quanto costa HTC Vive? HTC Vive costa .
  • Dove posso acquistare HTC Vive? E’ preferibile acqusitare HTC Vive sullo store online ufficiale Vive, ma è disponibile anche presso altri rivenditori.
  • Cosa posso fare con HTC Vive? Con HTC Vive è possibile provare un’esperienza VR unica, grazie anche ai numerosi titoli con esso compatibili.

HTC Vive

699 euro
9.4

Comodità

9.0/10

Qualità di visione

9.8/10

Prezzo

8.0/10

Packaging

10.0/10

Titoli disponibili

10.0/10

Pros

  • Packaging
  • Performance
  • Titoli disponibili
  • Controller

Cons

  • Prezzo
  • Dimensioni