Con i browser VR Web si naviga in realtà virtuale

VR web Daydream Google

Il Web in realtà virtuale, con siti immersivi con cui interagire tramite visori oppure cardboard, sembra la direzione verso cui si sta muovendo in questi mesi Google, colosso che guida da un decennio l’evoluzione di Internet a colpi di aggiornamento dei propri algoritmi. Sono in corso di sviluppo, con alcuni prototipi già online, diversi siti e web app con contenuti VR, fruibili attraverso browser VR Web. Questi software, utilizzando JavaScript, consentono all’utente un’esperienza a 360 gradi per mezzo di headset, smartphone oppure, in modo meno coinvolgente, in formato desktop. I siti mostrano tempi di caricamento e consumi di RAM piuttosto elevati, complici i numerosi processi attivi che sostengono la complessa grafica del prodotto virtuale. L’interazione è garantita dal movimento dei dispositivi, o, nel caso di un pc, dalla tastiera e mouse. Il primo esperimento di VR web, ricostruendo a ritroso questa storia della realtà virtuale formato Internet, può essere considerato Google Street View, l’evoluzione in senso panoramico di Google Maps.

Cos’è il VR Web?

Il VR Web è uno standard di programmazione open source che supporta la realtà virtuale sul browser, permettendo una fruizione immersiva dei contenuti disponibili sul sito web. Il dispositivo di navigazione, ad esempio lo smartphone, è dotato di tre accelerometri che misurano lo spostamento secondo i tre assi cardinali. Per mezzo di queste API in JavaScript (librerie del linguaggio di programmazione) il browser è in grado di quantificare il movimento del device e tradurlo in cambiamento di prospettiva all’interno dell’ambiente tridimensionale ricreato dal sito.

Quali browser supportano il VR Web?

Il sito WebVR.rocks elenca 7 browser che integrano il VR Web, compatibili con diversi visori. Chrome, il browser di Google, offre esperienze di realtà virtuale con Cardboard e con Daydream, i due visori progettati a Mountain View. Mozilla Firefox invece è compatibile con Oculus e con Vive, dispositivo di realtà virtuale di HTC. Ecco la lista completa dei browser in Web VR.

 HTC ViveOculusWindows Mixed RealityGoogle DaydreamGoogle CardboardSamsung Gear VR
Mozilla FirefoxSupportato (Win10)Supportato (Win 10)
Chrome AndroidSupportato (Android)Supportato (Android)
Google ChromiumSupportato (Win 10)Supportato (Win 10)Supportato (Android)Supportato (Android)
Microsoft EdgeSupportato (Win 10)
Oculus CarmelSupportato (Android)
Samsung InternetSupportato (Android)
ServoSupportato (Win 10)

Cos’è JanusVR? Janus VR è un browser progettato esclusivamente per navigare su siti e web app in realtà virtuale. Disponibile in download con versioni per Windows, OSX e Linux, Janus può essere provato direttamente sul browser desktop anche senza scaricarlo su Janus Web, per giocare ad alcuni classici come GTA 1.

Come si presenta un sito realizzato in VR Web?

Un sito in VR Web è accessibile tramite una tradizionale URL, analogamente ai siti web in 2D. Il caricamento dei contenuti, che vengono visualizzati “incurvati” per creare l’illusione ottica della profondità, avviene in genere nel giro di una decina di secondi. All’interno sono presenti indicazioni e comandi per interagire con il sito, la cui ambientazione ruota fino a 360°.

Quali sono le applicazioni pratiche del VR Web?

Il VR Web è stato progettato e sviluppato per renderizzare contenuti web da fruire in realtà virtuale. Video panoramici a 360 gradi, giochi tour in musei e in residenze, giri per hotel per prendere visione delle stanze migliori, documentari interattivi come Bear 71 sono ora possibili direttamente sul web grazie a questa tecnologia JavaScript.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*